Responsabilità per la caccia illegale

Nell'ultimo decennio, il numero di violatori identificati delle regole di caccia e la quantità di danni causati da loro al fondo di caccia statale sono aumentati ogni anno. Di particolare preoccupazione sono i fatti frequenti del bracconaggio su larga scala con l'uso di veicoli. Ci sono casi in cui i bracconieri in breve tempo hanno prodotto un gran numero di animali preziosi e persino rari. La quantità di danni causati da loro ha raggiunto decine di migliaia di rubli.

Tale crimine è sempre commesso consapevolmente e, di regola, da persone competenti, spesso da funzionari. Rivelare i fatti del bracconaggio maggiore e ancor di più consegnare gli autori alla giustizia è talvolta un compito molto difficile. Pertanto, con l'attuale requisito di intensificare il lavoro sulla protezione degli animali selvatici, l'esecuzione tempestiva e corretta dei documenti per i trasgressori e, soprattutto, portare alla conclusione logica i casi amministrativi e penali, è di grande importanza. L'impunità per la violazione è uno dei motivi principali per il bracconaggio in alcuni luoghi.

La punizione morale viene applicata all'autore del reato (pubblicizzare la violazione durante l'incontro, sulla stampa, discussione di cattiva condotta in una squadra, espulsione di cacciatori da membri della società, ecc.); procedura disciplinare, amministrativa o penale. Inoltre, è possibile recuperare danni al fondo di caccia statale.

Le commissioni amministrative esaminano i casi nel luogo di residenza dei trasgressori e le autorità di caccia statali nel luogo della violazione. I reati sono indagati dalle autorità inquirenti ed esaminati dai tribunali della regione amministrativa nel cui territorio si è verificato l'incidente.

La responsabilità per il bracconaggio stabilito dalla legge è a carico non solo di coloro che hanno ottenuto direttamente gli animali, ma anche di battitori, conducenti di veicoli e altri, con le cui conoscenze e con la cui connivenza sono stati commessi reati (amministrativi o penali).

Per la vendita di carne di animali selvatici, occultamento di strumenti per il bracconaggio e altri comportamenti illeciti, la responsabilità può sorgere in caso di bracconaggio punito penalmente. Lo stesso vale per la responsabilità dei funzionari con la conoscenza o la connivenza di chi è stato commesso il crimine.

Le seguenti misure si applicano alle persone colpevoli di una violazione amministrativa - punibile delle regole di caccia: avvertimento, privazione del diritto alla caccia per un massimo di tre anni. I dipendenti della supervisione della caccia statale e altri cittadini hanno il diritto di trattenere qualsiasi trasgressore e trasferirlo alla polizia o al pubblico ministero.

Se durante la detenzione dell'autore del reato si scopre che ha commesso o sta commettendo un reato, possono essere intraprese azioni contro l'autore del reato in conformità con. Se una persona, al fine di prevenire le sue azioni criminali, è stata ferita, il trattamento di questa persona viene effettuato a sue spese.

Ma, ripetiamo, queste azioni si applicano solo alle persone che commettono un reato,

Tutti i fatti relativi alle violazioni delle regole di caccia sono registrati nei distretti, distretti, regionali, regionali e repubblicani di controllo della caccia in un giornale speciale. Per tutte le violazioni che rientrano nel segno della pena penale, i materiali devono essere inviati alle autorità inquirenti.

L'amministrazione della riserva invia materiale sul bracconaggio nella riserva alle autorità investigative (inchiesta) e monitora la revisione tempestiva dei materiali e l'azione penale di tutti i responsabili, tutte le persone cacciate nella riserva sono ritenute responsabili, anche se non sono state ottenute al momento della detenzione animali. L'amministrazione della riserva invia una copia della lettera sull'invio di materiale agli organi di indagine e di inchiesta alle autorità di caccia regionali, provinciali o repubblicane per registrare il fatto di bracconaggio e recuperare danni se si ottenessero animali selvatici. Le armi da fuoco e altri strumenti di caccia illegali vengono trasferiti alla supervisione o alla polizia di caccia.

A seconda della gravità della colpa, i materiali per le indagini vengono trasferiti alla polizia o all'ufficio del procuratore, anche sui fatti quando l'autore del reato è sconosciuto. Al fine di cercare i responsabili della morte di animali selvatici durante le collisioni in autostrada, i materiali vengono immediatamente inviati all'ispettorato del traffico statale. L'indagine preliminare sui casi di reato viene effettuata solo se ritenuto necessario dal tribunale o dal pubblico ministero.

Il funzionario deve essere informato del crimine che ha scoperto per iscritto.

Tutte le copie o le seconde copie dei protocolli presentati alle autorità inquirenti per azioni penali contro i bracconieri vengono inviate dal servizio di supervisione della caccia distrettuale e dall'amministrazione delle riserve naturali di tutti i dipartimenti, dall'autorità regionale di sorveglianza della caccia per la loro registrazione e il controllo obbligatori.